Alla riscoperta dei film svizzeri
it
de fr
Alla riscoperta dei film svizzeri

Un viaggio attraverso l’Europa, che rappresenta un tentativo di ampia portata per raggiungere la velocità di crociera ideale. L’artista Roman Signer segna i luoghi visitati con la sua action art, che affascina per il suo profondo umorismo.

Guarda il film ora su

Scheda tecnica

Titolo originale

  • Signers Koffer - Unterwegs mit Roman Signer

Anno

  • 1996

Durata (minuti)

  • 82

Lingua originale

  • tedesco svizzero

Disponibile in

  • HD 1080p
  • audio: OV stereo
  • UT: de/fr/it

Cast

Regia

Sceneggiatura

  • Peter Liechti

Fotografia

  • Peter Liechti

Attori

  • Roman Signer

Casa di produzione

  • Liechti Filmproduktion GmbH
  • Recycled TV AG

Montaggio

  • Dieter Gränicher

Suono

  • Peter Guyer
  • Res Balzli
  • Ingrid Städeli

Musiche

  • Knut Remond

Digitalizzazione

Anno della digitalizzazione

  • 2008

Digitalizzato da

  • Digital Minds

Raccomandato da

Antoine Duplan in merito a „Signers Koffer“

Come cadere senza far fatica? Basta indossare un paio di stivaloni da pesca e piazzarsi sotto una botte bucata, il cui contenuto si riversa negli stivali, fino a che lo spostamento del centro di gravità vi scaraventa a terra con un grande “splash”. Come riuscire a togliersi il cappello, tenendo le mani in tasca? O ad attaccare il berretto a un razzo pirotecnico del 1° agosto? “La valigia di Signer”, il documentario che Peter Liechti dedica a Roman Signer, rivela i legami segreti tra buffoneria e filosofia. L’artista sangallese trova la sua ispirazione nel repertorio degli scherzi di Carnevale. Organizza dei lanci sincronizzati di sgabelli dalle finestre, concepisce spettacoli minimalisti, che acquistano un plusvalore metafisico, come ad esempio fare uno spettacolo pirotecnico ai piedi del Vesuvio o saggiare il principio d’incertitudine, camminando su uno stagno ghiacciato, finché il ghiaccio non si rompe. Il ritratto euforico di questo pagliaccio e poeta lascia libero sfogo all’immaginazione e alla provocazione. Signer ricorda ai più zelanti tra i pessimisti, imbevuti di autodisprezzo nazionale che, dai Dada a Tinguely, da Paul Klee a Plonk & Replonk, il surrealismo in Svizzera è vivo e vegeto.

Raccomandazione di Matthias Lerf

Facts & Figures

1996
Berner Filmpreis
Zürcher Filmpreis

1995
DOK Leipzig: Bronze
Viennale: Publikumspreis
SSA Award: Best Script
Locarno Film Festival: Action Light Prize

CH: 18'500 Tickets

Extra e download