Alla riscoperta dei film svizzeri
it
de fr
Alla riscoperta dei film svizzeri

Max, un ragazzo orfano, sogna di appartenere a una “vera” famiglia. Ma invece di amore e riconoscimento, nella sua nuova casa subisce solo sfruttamento e umiliazioni.

Guarda il film ora su

Scheda tecnica

Titolo originale

  • Der Verdingbub

Anno

  • 2011

Durata (minuti)

  • 108

Lingua originale

  • tedesco svizzero

Disponibile in

  • HD 1080p
  • audio: OV stereo
  • UT: de/fr/it

Cast

Regia

  • Markus Imboden

Sceneggiatura

  • Plinio Bachmann

Fotografia

  • Peter von Haller

Attori

  • Katja Riemann
  • Stefan Kurt
  • Maximilian Simonischek
  • Max Hubacher
  • Lisa Brand
  • Miriam Stein
  • Andreas Matti
  • Heidy Forster
  • Ursina Lardi
  • Ernst C. Sigrist
  • Christoph Gaugler
  • Peter Wyssbrod
  • Hanspeter Müller
  • Martin Hug
  • Rebekka Burckhardt

Casa di produzione

  • C-Films AG
  • Bremedia Produktion

Suono

  • Peter Reichenbach

Musiche

  • Lorenz Dangel

Montaggio

  • Ursula Höf

Raccomandato da

Christoph Schelb in merito a «Der Verdingbub»

Guardando il film di Markus Imboden «Der Verdingbub» («Vite rubate») pare di fare un tuffo nel passato. Eppure alcuni semplici elementi quotidiani, ad esempio gli autopostali, ci rammentano che non è trascorso troppo tempo, da quando i bambini orfani e figli di divorziati venivano sfruttati come manodopera infantile a basso costo.

Alternando dei piccoli barlumi di speranza a pesanti colpi bassi, Imboden espone lo spettatore a un vero e proprio travaso di emozioni, che non gli consente mai di sentirsi al sicuro.Il regista, tuttavia, non cade nell’errore di enfatizzare in modo esagerato le prime lettere del cognome della famiglia contadina Bösiger («bös»: «cattivo»in italiano). Nessun membro della famiglia è gentile, ma si tratta pur sempre di persone infrantati della vita, che la povertà a portato in una situazione senza via d’uscita.

È un film popolato da perdenti segnati a vita del destino, che ha riscosso un notevole successo al botteghino. Grazie ai 250'000 biglietti venduti, il tema dei bambini appaltati, nel 1941 è diventato per la prima volta di dominio pubblico dopo essere stato ampiamente sottaciuto. Il dramma non si è rivelato solo uno dei più sconvolgenti, bensì uno dei più importanti film svizzeri dell’ultimo e del nuovo millennio. 

Facts & Figures

2020
56. Giornate di Soletta

1995
30. Giornate di Soletta

extra e download

poster internazionale