Alla riscoperta dei film svizzeri
it
de fr
Alla riscoperta dei film svizzeri

La patria tra la realtà e il kitsch da souvenir: un film che stimola la riflessione e offre spunti divertenti.

disponibile dal 3 febbraio su

Scheda tecnica

Titolo originale

  • Magic Matterhorn

Anno

  • 1995

Durata (minuti)

  • 85

Lingua originale

  • italiano
  • francese

Disponibile in

  • HD 1080p
  • audio: OV Dolby 5.1
  • UT: de/fr/it

Cast

Regia

  • Anka Schmid

Sceneggiatura

  • Anka Schmid

Fotografia

  • Ciro Cappellari

Attori

  • Geschwister Pfister
  • Fred Burri
  • Ursli

Casa di produzione

  • Mano Film
  • Insert Film

Produttore

  • Rachel Schmid
  • Ivo Kummer

Montaggio

  • Inge Schneider

Suono

  • Ingrid Städeli
  • Albert Gasser

Musiche

  • Ben Jeger

Digitalizzazione

Anno della digitalizzazione

  • 2021

Digitalizzato da

  • filmo

in collaborazione con

  • Andromeda Film AG, Zürich

con il sostegno di

  • Cinémathèque suisse
  • Anka Schmid

Raccomandato da

«Magic Matterhorn»

In questo allegro «film di montagna» tutto ruota attorno a uno dei simboli della Svizzera, una delle montagne più fotografate in assoluto e una calamita per i turisti del mondo intero: il Cervino. Anka Schmid mette a confronto le entusiasmanti e superficiali descrizioni degli stranieri con le complesse realtà vissute dagli abitanti di Zermatt. In un confronto documentaristico tra straniero e autoctono, tra realtà e fiction, la regista indaga sul concetto di patria, un tema centrale del cinema svizzero.

Ciò che per il cantante di jodel emigrato in California costituisce il nostalgico luogo dell’antica patria è, al tempo stesso, il luogo kitsch presso cui lavora a Disneyland, è invece per il casaro indigeno una porzione naturale di un paesaggio che lo nutre e nel contempo lo sfida. In mezzo a tutto questo, i fratelli Pfister, una famiglia teatrale emigrata da Zermatt in America, che relega con moderazione il concetto di patria nella sfera del kitsch e della fiction. 

La voce off di Anka Schmid ponte continue domande, portando alla luce immagini interiori vibranti. Restano aperte abbastanza domande per farci emergere dal film vivaci e stimolati.

Premi e festival

1995
Nyon, 26e Festival Int. du Cinéma Documentaire

1996
Les Diablerets, 27e Festival International du Film Alpin, Prix Spécial
Figueira da Foz, 25e Festival international de cinéma
Trento, 44. Filmfest. Int. Montagna Esplorazione
Minneapolis/St. Paul, 14th Rivertown Int. Film Festival
Créteil, 18e Festival Int. du Film de Femmes
31. Solothurner Filmtage

1998
Hongkong

2011
Bejing, May Festival

2022
57. Solothurner Filmtage (Premiere Digitale Fassung)

extra e download

Diritti d'immagine: © Anka Schmid. Collezione Cinémathèque suisse. Tutti i diritti riservati.

Links

Sito ufficiale ankaschmid.ch

57. giornate di Soletta