Alla riscoperta dei film svizzeri
it
de fr
Alla riscoperta dei film svizzeri

Paul pensa solo a lei, a lei che gli sta sfuggendo. Vuole tenerla con lui, vicino a lui. Sua moglie vive con lui, eppure sembra già essere altrove.

Guarda il film ora su

Scheda tecnica

Titolo originale

  • Cœur animal

Anno

  • 2009

Durata (minuti)

  • 90

Lingua originale

  • francese

Disponibile in

  • HD 1080p
  • audio: OV stereo
  • audiodescription: FR
  • UT: de/fr/it
  • CC: fr

Cast

Regia

  • Séverine Cornamusaz

Sceneggiatura

  • Séverine Cornamusaz
  • Marcel Beaulieu
  • Florence Grivel

Fotografia

  • Carlo Varini

Attori

  • Olivier Rabourdin
  • Camille Japy
  • Antonio Buíl
  • Alexandra Karamisaris

Casa di produzione

  • P.S. Productions Sàrl, Châtel-St-Denis

Montaggio

  • Daniel Gibel

Suono

  • Henri Maïkof

Musiche

  • Evgueni Galperine

Digitalizzazione

Anno della digitalizzazione

  • 2016

Digitalizzato da

  • P.S. Productions Sàrl, Châtel-St-Denis

in collaborazione con

  • Dopamyne, Paris

con il sostegno di

  • Swiss Films, Zürich

Raccomandato da

Tereza Fischer in merito a "Coeur animal"

Con il suo film di debutto, audace, coraggioso e dallo stile sicuro, Séverine Cornamusaz ha regalato al genere dei film di montagna del cinema svizzero un’importante e attuale opera prima, che si affida interamente alla potenza espressiva delle immagini. Sebbene il film sia basato su un racconto letterario in prima persona, la regista ci lega ai suoi protagonisti non attraverso la parola, bensì attraverso la loro fisicità. La camera rimane quasi incollata alle figure per trasmetterci le loro attrazioni, avversioni e sconvolgimenti dell’anima.

Nel suo racconto a porte chiuse incentrato su tre persone soltanto, Cornamusaz affida alla montagna il ruolo di quarta figura. Il paesaggio alpino, con la sua bellezza scarna e difficilmente accessibile, rispecchia il mondo interiore dei protagonisti. Il burbero contadino Paul all’inizio incarna l’antieroe con tutta la sua carica di antipatia, un uomo arcaico e brutale che sembra poter continuare ad esistere solo nella solitudine e nell’isolamento del mitico paesaggio montano e che tratta la moglie peggio dei suoi animali. Ma, a mano a mano che la nebbia che avvolge i monti lentamente si dirada scoprendo tutto il loro magnifico splendore, anche Paul dietro la sua ruvida facciata sembra nascondere un animo ferito, una sofferenza che lo consuma dall’interno, una brama di vicinanza e tenerezza. Cornamusaz riesce a suscitare la nostra empatia e a coinvolgerci emotivamente lungo il percorso che accompagna la trasformazione di Paul.

Raccomandazione di Nadia Dresti

Facts & Figures

2010
Bundesamt für Kultur - Swiss Film Award «Quartz», Best Fiction Film, Best Actor

2009
Internationales Filmfestival Mannheim-Heidelberg - The Ecumenical Film Prize, Special Mention of the International Jury, International Film Critic's Prize

CH: 13'500 Tickets

extra e download

poster di film internazionali