Alla riscoperta dei film svizzeri
it
de fr
Alla riscoperta dei film svizzeri

Il venditore di commercio Krieger viaggia attraverso la Svizzera per conto di un’azienda cosmetica e incontra persone diverse e molto particolari.

Disponibile su

Scheda tecnica

Cast

Titolo originale

  • Reisender Krieger - Director's Cut

Anno

  • 1981

Durata (minuti)

  • 142

Genere

  • lungometraggio

Lingua originale

  • tedesco svizzero

Sottotitoli

  • italiano
  • tedesco
  • francese

Regia

  • Christian Schocher

Sceneggiatura

  • Christian Schocher

Fotografia

  • Clemens Klopfenstein

Attori

  • Willy Ziegler
  • Barbla Bischoff
  • Heinz Lüdi
  • Marianne Huber
  • Max Ramp
  • Jürgen Zöller

Casa di produzione

  • Andromeda Film AG, Zürich

Montaggio

  • Thomas Pfister
  • Franz Rickernbach
  • Christian Schocher

Suono

  • Hugo Sigrist

Digitalizzazione

Anno della digitalizzazione

  • 2008

Digitalizzato da

  • Christian Schocher
  • Patrick Lindenmaier

in collaborazione con

  • Andromeda Film, Zürich
  • Magnetix Tonstudio, Zürich

con il sostegno di

  • Kulturförderung Graubünden
  • Mascotte Film AG, Zürich
  • Kodak SA – Felix Berger
  • Andromeda Film AG, Zürich

Raccomandato da

Matthias Lerf in merito a «Reisender Krieger»

Qual è il film svizzero più autorevole della storia? “Höhenfeuer”? “La salamandra” di Alain Tanner? Una pellicola di Godard? È altamente probabile, che si tratti di “Reisender Krieger”, l’odissea di un rappresentante di profumi, in viaggio attraverso la fredda Svizzera nell’inverno del 1979. Pur non disponendo di una sceneggiatura, il regista Christian Schocher e il direttore della fotografia Clemens Klopfenstein avevano già il protagonista del film, Willy Ziegler, che il regista aveva reclutato in una bettola di Lucerna. Gli sono stati alle calcagna giorno e notte, mettendo in scena, improvvisando e filmando – ben prima del movimento Dogma – senza luci artificiali, né cavalletti. Esiste una versione originale lunga del film (195 minuti), una versione rimontata dal regista del 2008, accorciata di quasi un’ora, ma poco importa quale versione si guardi: è un viaggio senza tempo, che non cessa di emanare il suo fascino. Molti cineasti, ieri e oggi, si sono lasciati ispirare da questo film. Poiché è un’odissea –  e ogni visione lo testimonia – che non finisce mai.

Raccomandazione di Frédéric Maire

extra e download

Behind the Scenes

Downloads

Booklet Exposé (pdf)