Alla riscoperta dei film svizzeri
it
de fr
Alla riscoperta dei film svizzeri

Max e Polo intraprendono un viaggio insieme. Partono dall’Altopiano bernese e approdano in Egitto. Durante il viaggio filosofeggiano su temi, quali i cervelat, il vino bianco, la Svizzera, la notorietà e l’invecchiamento.

Disponibile su

Scheda tecnica

Titolo originale

  • Das Schweigen der Männer

Anno

  • 1997

Durata (minuti)

  • 85

Lingua originale

  • tedesco svizzero
  • inglese

Sottotitoli

  • italiano
  • tedesco
  • francese

Genere

  • lungometraggio

Regia

  • Clemens Klopfenstein

Sceneggiatura

  • Clemens Klopfenstein
  • Max Rüdlinger

con

  • Polo Hofer
  • Max Rüdlinger

Fotografia

  • Clemens Klopfenstein

Montaggio

  • Remo Legnazzi

Casa di produzione

  • Ombra Films, Bevagna IT

Suono

  • Vadim Jendreyko
  • Remo Legnazzi

Musiche

  • Ben Jeger

Digitalizzazione

Anno della digitalizzazione

  • 2015 / 2019

Digitalizzato da

  • Schweizer Fernsehen DRS, Zürich (2015)
  • filmo – Verein CH.Film, Solothurn (2019)

in collaborazione con

  • On Line Video 46, Zürich (2003)
  • Recycled Tv AG, Bern (2019)

Raccomandato da

Matthias Lerf in merito a „Das Schweigen der Männer“

“Nessun altro popolo è insoddisfatto di sé, quanto quello svizzero. E tu ne sei l’esempio lampante”, dice Polo Hofer a Max Rüdlinger. E Rüdlinger di rimando: “La felicità rende stupidi, lamentarsi almeno è un’idea intelligente”. Questo dialogo non è contemplato dal copione, i protagonisti l’hanno improvvisato: Polo Hofer, la rockstar bernese di fama mondiale, e Max Rüdlinger, il brontolone al servizio del Cinema svizzero. Ne “Il silenzio degli uomini” i due attraversano il passo del Gemmi: dapprima divisi e poi di nuovo insieme, si ritrovano al Cairo dopo aver attraversato l’Italia. Clemens Klopfenstein li ha accompagnati con la sua videocamera e, con la grande acutezza di sempre, ha inventato il nuovo genere “walk and talk”. Se il tutto sembra abbozzato, non bisogna lasciarsi ingannare: le immagini quasi squadrate, i paesaggi sfreccianti, le battute, tutto è ricercato. Quando poi in Egitto Max e Polo passano davanti alle piramidi in cammello ed esclamano guardando quegli enormi ammassi di pietre: “Ecco l’Eiger, il Mönch e la Jungfrau”, tutto si combina perfettamente: la piccola Svizzera e il grande patrimonio culturale mondiale.

extra e download

Behind the scenes

poster di film internazionali