Alla riscoperta dei film svizzeri
it
de fr
Alla riscoperta dei film svizzeri

È la storia di una coppia di amanti tra le più belle e tragiche della storia del cinema. A tutt’oggi “Höhenfeuer” non ha perso nulla del suo fascino e della sua universalità.

Guarda il film ora su

Scheda tecnica

Titolo originale

  • Höhenfeuer

Anno

  • 1985

Durata (minuti)

  • 113

Lingua originale

  • tedesco svizzero

Disponibile in

  • HD 1080p
  • audio: OV dolby 5.1
  • Audiodeskription: DE
  • UT: de/fr/it
  • CC: de

Cast

Regia

Sceneggiatura

  • Fredi M. Murer

Fotografia

  • Pio Corradi

Attori

  • Thomas Nock
  • Johanna Lier
  • Dorothea Moritz
  • Rolf Illig
  • Tilli Breidenbach
  • Jörg Odermatt

Casa di produzione

  • Langfilm / Bernard Lang AG, Freienstein
  • SRF Schweizer Radio und Fernsehen, Zürich
  • WDR - Westdeutscher Rundfunk, Köln

Montaggio

  • Helena Gerber

Musiche

  • Mario Beretta

Digitalizzazione

Anno della digitalizzazione

  • 2015

Digitalizzato da

  • Fredi M. Murer
  • Pio Corradi

in collaborazione con

  • Cinegrell, Zürich

con il sostegno di

  • Suissimage, Bern
  • SRF Schweizer Radio und Fernsehen, Zürich
  • Kantone Uri & Nidwalden
  • Stiftungen Albert Koechlin, Ernst Göhner, Otto Gamma, Sophie und Karl Bindung, Dätwyler

Raccomandato da

Antoine Duplan in merito a «Höhenfeuer»

In una remota fattoria sulle Alpi svizzere vive il “clan”, i cui membri vengono soprannominati “gli irascibili”. Il padre onnipotente è il custode della legge, la madre si annulla per la famiglia, mentre i figli, Belli e il sordo chiamato solamente “Bub”, crescono. Una sera, accanto al fuoco in cima alla montagna, la sorella e il fratello giacciono insieme, consumati il fuoco che li divora. L’incesto scatena l’ira paterna e richiede una punizione estrema. Ma il figlio si ribella… Ideato nel corso di un ritiro in Islanda, terra di ghiaccio e di fuoco, “Höhenfeuer” reinventa il genere cinematografico dell’Heimatfilm, assurto a piena dignità di tragedia greca. Combinando precisione etnografica e motivi psicoanalitici, Fredi M. Murer ci ricorda con sobrietà e forza narrativa che le nostre Alpi innevate sono una magnifica cornice cinematografica. Il film sconfina nel fantastico quando un vento soprannaturale passa sopra lo chalet: è il momento in cui i morti parlano per l’ultima volta. Questo indimenticabile capolavoro ha vinto il Pardo d’oro a Locarno ed è tuttora ai vertici dei sondaggi cinematografici svizzeri.

Raccomandazione di Matthias Lerf
Raccomandazione di Cristina Trezzini

Facts & Figures

2014
Frame/NZZ am Sonntag: «Der beste Schweizer Film aller Zeiten»

1985
Festival internazionale del film Locarno: Pardo d'Oro, Preis der Ökumenischen Jury

extra e download

Behind the scenes

poster di film internazionli