Alla riscoperta dei film svizzeri
it
de fr
Alla riscoperta dei film svizzeri

Alcune persone con e senza disabilità si scambiano le idee su amore e sessualità e su come rompere l’isolamento sociale.

Guarda il film ora su

Scheda tecnica

Titolo originale

  • Behinderte Liebe

Anno

  • 1978

Durata (minuti)

  • 120

Lingua originale

  • Tedesco svizzero

Disponibile in

  • HD 1080p
  • audio: OV stereo
  • UT: de/fr/it

Cast

Regia

  • Marlies Graf Dätwyler

Sceneggiatura

  • Marlies Graf Dätwyler

Fotografia

  • Werner Zuber

Casa di produzione

  • Filmkollektiv Zürich

Montaggio

  • Marlies Graf Dätwyler

Suono

  • Florian Eidenbenz
  • Urs Kohler
  • Hugo Sigrist

Produttrice

  • Marlies Graf Dätwyler

Digitalizzazione

Anno della digitalizzazione

  • 2020

Digitalizzato da

  • filmo

in collaborazione con

  • Andromeda Film
  • Magnetix

con il sostegno di

  • Cinématheque suisse
  • Urs Graf

Raccomandato da

Anita Hugi in merito a «Behinderte Liebe»

«Per me la sessualità è un linguaggio per comunicare con i propri simili – non è l’unico, ma è importante.» Con queste parole il protagonista Christoph Eggli apre il film documentario di Marlies Graf Dätwyler «Behinderte Liebe» (Amore disabile), una pietra miliare nella storia del cinema svizzero che – come tanti film delle pioniere della nostra cinematografia – è rimasto a lungo inaccessibile al grande pubblico. Se in molti hanno sentito parlare del film, sono davvero in pochi ad averlo visto. Sono perciò oltremodo lieta che, grazie a filmo, la visione di «Behinderte Liebe» sia nuovamente possibile.

Si tratta di un film di successo, dal punto di vista cinematografico,  drammaturgico,  contenutistico, un film che spalanca le porte alla comprensione. A impressionare, inoltre, è la mentalità aperta e l’eloquenza di quattro protagonisti e protagoniste, la loro capacità di esprimere verbalmente pensieri e sentimenti e di condurre un discorso autentico.

La regista Marlies Graf è riuscita a coinvolgerci nel gruppo della sceneggiatura su cui si basa il film – e nelle riflessioni dei quattro protagonisti/e, che hanno il coraggio di andare fino in fondo alle questioni esistenziali: «Le persone diversamente abili possono rivendicare il diritto alla sessualità?»

Premi e festival

2020
56. Giornate di Soletta

1982
18. Adolf Grimme-Preis
Tampere-Filmfestival Finnland

1981
Fernsehspiel des Monats
11es Escales Documentaires de la Rochelle
10. International Filmfestival für Menschenrechte Strassbourg
12. semana international de cine de autor benalmadena malaga

1980
New York Film Festival
22. Internationales Leipziger Dokumentar- und Kurzfilmwoche
Film Festspiele Berlin
Melbourne Film Festival
9. festival international du nouveau cinéma Montréal

extra e download

Behind the Scenes