Alla riscoperta dei film svizzeri
it
de fr
Alla riscoperta dei film svizzeri

Un classico del cinema svizzero datato 1940: una donna vuole abortire e si rivolge al proprio padre, ginecologo e antiabortista.

Guarda il film ora su

Scheda tecnica

Titolo originale

  • Dilemma

Anno

  • 1940

Durata (minuti)

  • 115

Lingua originale

  • tedesco svizzero
  • francese

Disponibile in

  • HD 1080p
  • audio: OV stereo
  • UT: de/fr/it

Cast

Regia

  • Edmund Heuberger
  • Paul Besson

Sceneggiatura

  • Dr. Stefan Markus

Fotografia

  • Harry Ringger

Attori

Casa di produzione

  • Gotthard Film

Montaggio

  • Georges C. Stilly

Suono

  • Robert Blum

Musiche

  • Georges Ghestem
  • Hans Haug

Digitalizzazione

Anno della digitalizzazione

  • 2012/2020

Digitalizzato da

  • SRF Schweizer Radio und Fernsehen, Zürich
  • filmo

in collaborazione con

  • On Line Video 46
  • RoDo Works AG
  • Tonstudios Z, Zürich

con il sostegno di

  • Cinémathèque suisse, Lausanne
  • Memoriav

Raccomandato da

Marcy Goldberg in merito a «Dilemma»

Sembra sorprendentemente moderno, questo film del 1940, nel trattare il tema della gravidanza indesiderata: un’impressione rafforzata dalle immagini eleganti di una Svizzera urbana in fermento.

Il ginecologo Paul Ferrat, un convinto antiabortista, si trova confrontato con il «dilemma» – che rimanda al titolo del film – della figlia 17enne, rimasta incinta in seguito a uno stupro. La storia, che inizia come delicato quadro dei costumi, assume tratti sempre più melodrammatici, diventando – in modo un po’ sorprendente – un dramma giudiziario, che mantiene tutto il suo fascino, nonostante le piccole irregolarità del dialogo e della recitazione. Il film, che non sostiene in modo esplicito il diritto all’aborto, descrive piuttosto la problematica in modi differenti, suscitando – anche in una prospettiva moderna – una forte empatia per la situazione emotiva, sociale ed economica delle donne.

Un unico riferimento all’eugenetica rimanda al contesto più ampio dell’epoca, altrimenti il film non rievoca in alcun modo la Seconda guerra mondiale, che allora imperversava nei paesi confinanti con la Svizzera.

extra e download