Alla riscoperta dei film svizzeri
it
de fr
Alla riscoperta dei film svizzeri

Francoforte, anni ‘70: una donna del Sud Italia racconta il suo destino, dando così un volto alle altre migranti.

Guarda il film ora su

Scheda tecnica

Titolo originale

  • Il valore della donna è il suo silenzio

Anno

  • 1979

Durata (minuti)

  • 85

Lingua originale

  • italiano

Disponibile in

  • HD 1080p
  • audio: OV stereo

Cast

Regia

Sceneggiatura

  • Gertrud Pinkus
  • Anna Monferdin

Fotografia

  • Elio Bisignani
  • Hans Stürm

Casa di produzione

  • Filmkollektiv Zürich AG
  • SRF Schweizer Radio und Fernsehen
  • ZDF Zweites Deutsches Fernsehen

Produttori

  • Gertrud Pinkus
  • Rolf Schmid

Attori

  • Maria Tucci-Lagamba
  • Emilio Tucci

Montaggio

  • Gertrud Pinkus
  • Franziska Wirz

Musiche

  • Otto Beatus
  • Orchestra «la nuova speranza»

Suono

  • Margrit Eschenbach

Digitalizzazione

Anno della digitalizzazione

  • 2020

Digitalizzato da

  • filmo

in collaborazione con

  • Cinegrell AG
  • RoDo Works AG, Zürich
  • Tonstudio Z

con il sostegno di

  • Gertrud Pinkus

Raccomandato da

Anita Hugi in merito a «Il valore della donna è il suo silenzio»

Cosa si cela dietro la cortina delle convenzioni sociali? Cosa si prova a vivere dietro un muro di silenzio? Com’è possibile vivere ed evolvere, se si è prigioniere della casa e del focolare domestico, soprattutto in un contesto migratorio in cui è difficile sbrecciare il muro, non da ultimo per motivi linguistici? 

Negli anni ‘70 Gertrud Pinkus viveva in un quartiere di Francoforte dove risiedevano molte famiglie italiane, le cui donne e madri non frequentavano locali pubblici, né uscivano mai di casa. Così come aveva fatto la scrittrice Adelheid Popp cent’anni prima di lei, Gertrud Pinkus ha preso in mano un quaderno o meglio un registratore, passando di porta in porta a registrare le storie delle sue vicine invisibili.

Ne è risultato uno dei film svizzeri più toccanti e innovativi che io conosca, in termini di contenuto e di forma: il lungometraggio«Il valore della donna è il suo silenzio» pare essere uscito da un romanzo di Ignazio Silone, è un essay, una mescolanza di fiction e di documentario. Una storia che appassionae che dà voce a quelle donne, la cui più grande virtù dovrebbe essere il silenzio. Rompere il silenzio, preservando al tempo stesso la propria intimità. Gertrud Pinkus ci mostra che rispetto e rivoluzione fanno rima. 

Premi e festival

2020
56. Giornate di Soletta

1981
Solothurner Filmtage; Filmpreis des Kantons Solothurn
Festival International de Films de Femmes; Prix du Public
Bundesfilmpreis BRD (Filmband in Silber)
Zürcher Filmpreis
Fernsehfilmpreis der Deutschen Akademie der Darstellenden Künste am Fernsehfilmfestival Baden-Baden
«prix du public» Festival des femmes Paris
Preis des Verbands Deutscher Kritiker
Studienprämie des EDI
Preis der katholischen Filmarbeit
Preis der evangelischen Filmjury
«Film des Monats»
«Fernsehspiel des Monats»

1980
Locarno Film Festival
Internationales Filmfestival Mannheim-Heidelberg; Sonderpreis der Stadt Mannheim

extra e download

poster di film internazionali

Behind the Scenes