Alla riscoperta dei film svizzeri
it
de fr
Alla riscoperta dei film svizzeri

Un thriller distopico: il sole ha reso la terra inabitabile e, nel caldo infernale, ha inizio la lotta per la sopravvivenza.

Guarda il film ora su

Scheda tecnica

Titolo originale

  • Hell

Anno

  • 2011

Durata (minuti)

  • 89

Lingua originale

  • tedesco svizzero

Disponibile in

  • HD 1080p
  • audio: OV stereo
  • UT: de/fr/it

Cast

Regia

  • Tim Fehlbaum

Sceneggiatura

  • Tim Fehlbaum
  • Oliver Kahl
  • Thomas Wöbke

Fotografia

  • Markus Förderer
  • Tim Fehlbaum

Attori

  • Lisa Vicari
  • Lars Eidinger
  • Hannah Herzsprung
  • Stipe Erceg

Casa di produzione

  • Vega Film
  • Caligari Film
  • Sevenpictures Film

Montaggio

  • Andreas Menn

Suono

  • Hugo Poletti
  • Jan Illing
  • Hubert Bartholomae

Musiche

  • Lorenz Dangel

Raccomandato da

Anaïs Emery in merito a «Hell»

«Hell» è stato scritto e diretto da uno dei talenti nascenti del cinema svizzero, Tim Fehlbaum. In questa storia post-apocalittica dall’atmosfera soffocante, l’umanità abita su un pianeta che è diventato un vero inferno a causa del riscaldamento globale. In un ambiente arido e torrido, un trio di giovani fa rotta verso le montagne nella speranza di trovarvi l’acqua. Sulla strada, i tre vengono perseguitati da intriganti predatori di un genere finora sconosciuto. 

La regia e le scelte artistiche di Fehlbaum creano un’atmosfera unica, tanto affascinante quanto inquietante. Il suo primo tentativo nell’insidioso campo del lungometraggio riesce: il regista dimostra infatti una rara padronanza della narrazione e una spettacolare coerenza visiva. Alla fine, il suo film va ben oltre l’esercizio di stile per assestare un pugno nello stomaco agli spettatori. È un grido d’allarme per l’emergenza climatica. Il potere evocativo di «Hell» è stato celebrato da numerosi festival prestigiosi e dal premio del nuovo cinema tedesco. 

Facts & Figures

2020
56. Giornate di Soletta

1995
30. Giornate di Soletta

extra e download

poster internazionale

Download

pressbook (pdf)