Alla riscoperta dei film svizzeri
it
de fr
Alla riscoperta dei film svizzeri

Un film di culto: uno scienziato pazzo sviluppa un’arma segreta, che suscita l’interesse di dozzine di spie.

Guarda il film ora su

Scheda tecnica

Titolo originale

  • L’inconnu de Shandigor

Anno

  • 1967

Durata (minuti)

  • 97

Lingua originale

  • Francese

Disponibile in

  • HD 1080p
  • audio: OV stereo
  • UT: de/it

Cast

Regia

  • Jean-Louis Roy

Sceneggiatura

  • Jean-Louis Roy
  • Gabriel Arout
  • Pierre Koralnik

Fotografia

  • Roger Bimpage

Attori

  • Marie-France Boyer
  • Ben Carruthers
  • Jacques Dufilho
  • Daniel Emilfork
  • Serge Gainsbourg
  • Jacqueline Danno
  • Marcel Imhoff

Casa di produzione

  • Frajea Films

Montaggio

  • Françoise Gentet

Suono

  • Achille Christen
  • Marcel Sommerer
  • Claude Pannier

Musiche

  • Alphonse Roy

Digitalizzazione

Anno della digitalizzazione

  • 2015

Digitalizzato da

  • Cinémathèque suisse

in collaborazione con

  • OMNIMAGO GmbH

con il sostegno di

  • Memoriav

Raccomandato da

Frédéric Maire in merito a «L’inconnu de Shandigor»

Nato a Ginevra nel 1938, a soli 16 anni Jean-Louis Roy si imbarcò nell’avventura della futura Televisione della Svizzera romanda e fonda in poi il famoso «Groupe 5» (insieme ad Alain Tanner, Claude Goretta, Michel Soutter und Jean-Jacques Lagrange). Inoltre, Roy era un grande appassionato di musical, western e film fantastici.

Nel 1967, con pochi soldi ma molto ingegno, Roy termina il suo primo lungometraggio di fiction, «L’inconnu de Shandigor», («La vergine di Shandigor»), una rilettura sorprendente del film di genere, tra giallo ironico, balletto fantastico e realismo poetico alla Georges Franju, che nello stesso anno gli vale la selezione in concorso al Festival di Cannes e al Locarno Film Festival. La storia – ambientata nella Ginevra internazionale – narra di spie russe, americane, asiatiche o... calve (!) alla frenetica ricerca dei piani di un’arma segreta, l’annullatore, in grado di neutralizzare la bomba atomica. Il cast del film è semplicemente fantastico: Daniel Emilfork, Jacques Dufilho, Ben Carruthers e Serge Gainsbourg che canta il brano inedito «Bye bye Mister Spy». 

In una pellicola in bianco e nero molto elaborata, Roy mescola umorismo e dramma in un film che mantiene intatta la propria modernità, e forse oggi più che mai grazie al restauro eseguito dalla Cinemateca svizzera. 

Raccomandazione di Seraina Rohrer

Facts & Figures

...durante le riprese del film "Gilberte de Courgenay" sono state utilizzate delle munizioni vere? Gli attori erano affiancatti dai soldati dell'esercito.

extra e download

Grazie alla Cinémathèque suisse per aver fornito le foto

Lobby Cards

behind the scenes